Pagelle raduno Futsal a Lanciano: perchè voi valete

marzo 4, 2013 on 9:47 pm | In Divertenti, Sport | Nessun Commento

Ed eccoci ad un nuovo appuntamento per le pagelle AIA Abruzzo, questa volte riservate al raduno dei decappati Futsal C1.

Redigere pagelle relative ad un raduno plenario è sempre difficoltoso in quanto in brevissimo tempo si entra in contatto con decine di colleghi da tutti i capi dell’Abruzzo, la maggior parte dei quali parla una lingua sconosciuta e/o incomprensibile, in particolare quelli provenienti dal mare Adriatico.

Per la tutela della privacy ed evitare che Gasbarro mi metta le mani addosso, verranno redatte, incredibilmente, in forma (strettamente) anonima.

BREVE RIASSUNTO del raduno.

Il tutto ha inizio in un simpatico sabato mattina. Chi, lasciando amici, donne, amanti, famiglia ed esattori equitalia, non desidera alzarsi alle 6:00 dopo una bella settimana lavorativa? NOI (ex) figli di un dio minore. Lanciano ricambia lo sforzo e ci accoglie con un’umidità che manco Londra e na nebbia che manco la bassa Brianza.
Ed così mentre quasi tutti, stolti, lasciavano le finte stampelle, le bendature piratesche agli occhi, i cani guida, gli strumenti per dialisi e le padelle/pappagalli assortiti credendo di saltare i tanto temuti test fisici, il Sergente Maggiore Hartman, dopo aver ordinato al sole di sorgere e splendere in territorio frentano, intimava di spostare le prove atletiche all’alba del giorno dopo, prenotando una nuova ambulanza, fortunatamente non servita.

Preparativi per l'ariet

Preparativi per il test ariet

L'associato non ricordava i tempi limite per la 4x10mt

L’associato non ricordava i tempi limite per la 4x10mt: I tuoi genitori hanno anche figli normali?

Il resto è, come direbbe Ingroia, le soooooooolite cose, con cazziate a destra e manca, video sulle cazzate fatte in campo, domande di presunti atleti filosoficanti che mai capiteranno in campo, ospiti arrivati quando si stava a caccià la pasta e andati via alla chetichella non sapendo che il pranzo fosse già offerto, schiaffatun(s)( “s” aggiunta dal redattore, è plurale), zampat à lu cul e incredibilmente ottimo cibo.

Cena di pesce!

Cena di pesce!!!!!!!!!!

tranquilli lui, il medaglione/rollè è tornato il giorno dopo!

tranquilli lui, il medaglione/rollè è tornato il giorno dopo!

Detto questo, passiamo alle valutazioni delle persone che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, loro malgrado.

OT capo supremo (quello de li cas pupular) voto 10. l’unico che riesce a passare da ridere e scherzare a una mega incazzatura nell’arco di 1 minuto e 12 secondi: è il lasso di tempo che ha resistito ai test ariet un noto selezionabile aquilano, appena diventato avvocato, di cui però non faremo nome ma che prende voto 2.
Incredibilmente, alle conviviali permette la presenza di alcool che gira, eccome se gira, e questo spiega tante cose.
Si perde il conto del numero di volte in cui inscena racconti mitologici della sua tenera età, nella quale arbitrava ogni giorno, sconfiggeva la criminalità organizzata e sembra abbia ucciso un drago con l’aiuto di San Giorgio. MITO.

Sconfitto il drago la pace tornò tra gli abitanti delle case popolari di Teramo

Sconfitto il drago la pace tornò tra gli abitanti delle case popolari di Teramo

OT n°1 (quello sempre incazzato): è sempre incazzato. trovato una volta a fare un sorrisino nega tutto e intima di non diffondere la novella altrimenti ti spezza le cosse. non resiste però davanti alla piccola responsabile tecnica, che lo emoziona visibilmente, altrimenti non si spiega perchè abbia provato a spaccare ripetutamente il proiettore fingendo che non sia successo nulla.
sempre_duro. voto 4.

OT n°2 (quello bello): ah non c’è, scusate. s.v.

OT n°3 (ju videomaker): avremmo voluto vederlo in azione più a lungo con quel microfono e lo charme di Fiorello, ma quanto ci gode a far vedere le cazzate che facciamo di sabato eh? Prende un voto in meno per aver finto di voler mollare il microfono ad un marsicano molto cagacazzi (ad onor del vero), quello che può bere 3 bottiglie di vino, ma non può toccare una goccia di latte. Da gran voyeur mostra più volte le scene di un bacio in campo aggiungendo frasi di disprezzo che denotano una certa mancanza d’affetto. La bassa risoluzione del video lascia tutti i presenti col dubbio amletico circa l’uso o no della lingua, dubbio che rimarrà presumibilmente irrisolto nonostante le linee guida del Settore Tecnico parlino chiaro.
provocatore. voto 3–.

Consigliere-comunale-di-Lanciano-al-posto-dell’assessore-che-sta-in-vacanza-sul-mar-rosso. Inizia con una polemica/frecciatina sul fatto che l’hotel non sia sul suolo del comune di Lanciano e ne annuncia l’immediata occupazione e annessione insieme a Trieste, Istria e Friuli Venezia Giulia. Si vanta di avere offeso ripetutamente in campo il mega dominus del C5, che prontamente lo espelle e gli fa prendere 3 anni di squalifica, ma nulla di personale. Voti 35 alle ultime elezioni, essendo di famiglia numerosa.

Trio monnezza marsicano: voto 2. continua nella relazione odi-et-amo con quelli del proprio capoluogo, trio ancora una volta accecato dall’invidia e che non si rassegna ad un ruolo di compagine di ripiego. Mutuando un’espressione assai di moda: arrendetevi, siete circondati.

Aquilano che si emoziona perché visionato da 45 associati che si illudono di saper fischiettare: voto 5, come promemoria falli cumulativi. sbadatello.

Sulmontino pelato (o diversamente acconciato) che va per la quarantina: voto 9, come gli inviti che il dominus gli rivolge a ritirarsi. speciale menzione per la pazienza. Immortale.

Mariolò voto 37.2. Come la presunta febbre che puntualmente colpisce un noto ingegnere aquilano 36 ore prima di ogni raduno tecnico. In partenza per Londra, è stato fermato all’aeroporto e messo in quarantena come responsabile della gastroenterite della Regina. Untore.

Antonio il creti…ehm..chietino. Il nuovo look senza barba e con i capelli cotonati corti fa pensare ad Alex di Kubrick dopo il trattamento nell’epilogo di Arancia Meccanica. Raccapricciante. voto 2.

Gruppo nonni over 50: nessuno ha dubbi che siano ancora i migliori. L’AIA ancora una volta svolge il suo compito formativo e sociale accompagnando nella crescita i giovani 15enni, e levando dai cantieri queste persone che passerebbero i weekend a criticare gli scavi con le mani giunte dietro la schiena, dando loro un tetto sotto cui sgambettare. Ringraziano l’INAIL e gli operai in nero. voto 8.70, sempre e a prescindere. e guai a chi li tocca. Esperti.

Nonno boxer: accompagna ogni frase dei relatori con un commento tanto da far pensare fosse il doppiaggio in pescarese. Aperto al dialogo, fedele alla linea e disponibile nel confronto, si dice che durante il pacato scambio di vedute abbia staccato un orecchio all’OT pupular. voto 94, peso massimo della zizzania.

Il sereno scambio di vedute con il CRA

Un momento del confronto pacato con il CRA

Terminiamo con una menzione speciale: Man of the radun: D. Palumbo con “allora c’ha ragione il presidente” riferendosi ad un over 50 che aveva chiesto di strillare perchè non ci sentiva da una recchia.

Ci vediamo al raduno playoff (visto i risultati verrò invitato solo per redigere nuove pagelle!)

Firmato: arbitro aquilano plurisegato

Be Sociable, Share!
Patrizio

No Comments yet »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Powered by WordPress with Pool theme design by Borja Fernandez.
Entries and comments feeds. Valid XHTML and CSS. ^Top^