Governo Prodi o governo Mastella??

gennaio 24, 2008 on 10:45 pm | In Italia, Politica | 1 Commento

Come ricordare il governo, appena caduto?

Iniziato col memorabile indulto Mastelliano, finito col tradimento dello stesso e bagarre nello Udeur. Che bella pagina di politica italiana.
Trascinato per quasi due anni a suon di ricatti di radicalismi, semi patti con la CDL, è tracollato, sinceramente mi aspettavo prima!

La legge elettorale non è stata modificata, le tasse non sono state abbassate, leggi vergogna non ripulite, conflitto di interessi manco considerato (d’altronde per Fassino non “crea nuovi posti di lavoro” quindi non è importante…come dire non serve punire un assassino,ladro,malfattore non crea lavoro…), emergenze rifiuti e di libertà rimaste appese.

Direi che alla fine è semplicemente passato, senza lasciare il segno che aveva promesso. Il grande cambio.
Un grazie per averci provato (non era facile con tanta canaglia) e per averci risparmiato due altri anni berlusconiani.

che ci aspetta ora? sciagura e ruina (o sciagura e Ruini?)

povera italia (minuscolo apposta…)

io espatrio, definitivamente. Hello London???

Patrizio

Stabbyoboy – Uncertainty Relations

gennaio 15, 2008 on 11:54 pm | In Various | Nessun Commento

This post is for a great friend of mine. I know this webpage is not really “important” or indexed but it worths.

I just want to advertise his first (i hope the first of a long long sequence) disc.

It’s really particular. The first time i heard it i didn’t fully understood it, i needed 2-3 times to appreciate its details and realize how original it was.

Ok stop talking. Due to some shitty logistic issues (bastard company!!!!) it’s really difficult (probably impossible) to hold the real cd in your hand, but you can find and buy it on the web, even on iTunes.

Som links for the artist:
go taste
Stabbyoboy MySpace webpage
Stabbyoboy Virb webpage

Good Luck.

Patrizio

Stabbyoboy – Uncertainty Relations

gennaio 15, 2008 on 11:50 pm | In Divertenti, Eventi, Vari | Nessun Commento

Questa è per un mio caro amico. So che non vale nulla ma voglio “sponsorizzare” il suo primo (gli auguro di una lunghissima serie) disco.

E’ molto particolare, la prima volta che l’ho ascoltato non l’ho capito, dopo 2-3 volte ho capito quanto fosse raffinato nei particolari ed originale.

Bando alle ciancie. Per problemi logistici (bastardi!!!!) è difficile (o impossibile) avere il cd originale in mano, ma lo trovate su iTunes.

Altri link per l’artista:
go taste
Stabbyoboy MySpace webpage
Stabbyoboy Virb webpage

Buona fortuna.

Patrizio

Ennesima supposta

gennaio 12, 2008 on 12:22 pm | In Italia, Politica | 1 Commento

Oggi, navigando tra i miei simpatici 120 RSS feed leggo:

Prodi: fare conflitto d’interessi

E’ il sito dell’ansa che reputo rispettabile.

Ora vediamo quanto ci vuole a fare questa legge. Parole dell’11 Gennaio 2008. I diritti televisivi del calcio li han fatti in 2 minuti.
Quella sì che era un’urgenza!

Patrizio

Armi di distrazione di massa

gennaio 6, 2008 on 6:38 pm | In Italia, Politica | Nessun Commento

Nel titolo viene riportata una definizione che spesso ha utilizzato Marco Travaglio in alcuni suoi interventi per definire, in un campo specifico, tutte quelle notizie (che sia cronaca nera o cuccioli di delfino) che tendono a mistificare la realtà e a distrarre i – già oltremodo distratti – cittadini italiani dalle innumerevoli vergogne (nessun paese “cosiddetto” civilizzato può vantarne così tante) di cui si fregia la nostra classe dirigente.

C’è una disinformazione in questo Paese incredibile. E la cosa peggiore è che non si tratta di incompetenza ma di malafede. L’emblema di questa situazione è rappresentata da Gianni Riotta (direttore del Tg1 – il principale Tg italiano, servizio pubblico pagato da tutti noi) che nel 60 anniversario della Costituzione Italiana, qualche giorno fa, ha elencato qualche articolo della Costituzione omettendone alcuni commi sotto spinta politica (e soprattutto dei potentati economici sempre più onnipotenti).

Tutto ciò viene trattato in questo interessante articolo-appello .

Siamo alla deriva.

Patrizio

Sono un ipocrita

gennaio 6, 2008 on 3:32 pm | In Italia, Politica | 2 Commenti

Ieri sera Benny ha pubblicato una mia lettera.

La mia intenzione era dare un semplice “ping” per dire che lui non era solo, ma lui lo sa.

Parlando del più e del meno ieri sera col mio amico Mattia (che ha organizzato diverse iniziative, fa parte di meetup e, in modo pratico, fa tanto) mi è sorto un mezzo dubbio.

Il dubbio è scaturito da una sua frase: “fai bene a scrivere, ma io preferisco il fare allo scrivere”.

Frase che mi ha fatto riflettere e chiedermi: “quanto sono ipocrita?”

Scrivere sui blog è facile. Ti connetti, scrivi due frasette anche di critica distruttiva come spesso faccio, aspetti che qualcuno le legga.

Che ci vuole, lo possono fare tutti. Qualcuno si nasconde anche dietro all’anonimato che (ancora per il momento) la rete bene o male garantisce.

Serve tutto ciò?
Ci sono persone come Piero Ricca che prendono freddo, spintoni, sputi e denuncie, spendono soldi per protestare.
Io al massimo pago la connettività internet, l’elettricità e il mio tempo.

Dopo un po’ sono arrivato alla conclusione del “meglio di niente”, anche perchè ora lavorando all’estero mi è impossibile partecipare fisicamente ad azioni.

Qualche giorno fa parlavo con un amico di fede Berlusconiana.
Credo sia l’unico che conosca che afferma di votare per lui.
Vorrei sapere dove sta il resto del 50% d’Italia….ma questo è un altro discorso.

Gli dissi: “conosci i casi di Mangano, Mondadori, Rete4? non ti pare assurdo che accadano certe cose?”

Non sapeva. Perchè? perchè se una sentenza giudica non colpevole o prescritto un politico, la televisione/i giornali danno risalto per 3 giorni, intervistando il giudicato, gli avvocati, i componenti di partito etc etc.

Quando viene confermata, addirittura in cassazione, 3 grado, irrevocabile, una condanna, se siamo fortunati vediamo il classico trafiletto stile necrologio di 30 parole che in maniera più o meno generica ne danno la notizia, talvolta omettendo particolari sconcertanti.

Ecco perchè in Inghilterra Blair ha potuto mentire un paio di volte ed è stato pressochè lapidato da media e opinione pubblica.

In Italia, è pur vero che siamo abituati al “ma che ci vuoi fa” o al “tanto sono tutti uguali”, però se i pregiudicati fossero chiamati col vero nome le cose andrebbero diversamente, ne sono sicuro.

Tutto questo per dire…non avrò le palle, il coraggio, la faccia tosta, l’ardire, la verve di un Piero Ricca (ma ce ne sono anche molti altri), però scrivendo sul blog posso pure sempre diffondere la verità, o presunta tale ma testimoniata da prove evidenti e tangibili.

Perchè è solo la verità e la giustizia quello che cerchiamo, non le azioni spinte dall’odio contro i singoli, per quelle non c’è spazio in una società civile.

Patrizio
Prossima Pagina »

Powered by WordPress with Pool theme design by Borja Fernandez.
Entries and comments feeds. Valid XHTML and CSS. ^Top^